T-80 Light Tank Winter Camo – Color Modulation and Hairspray Technique

Eccoci pronti per questa seduta di modellismo :-O, come sempre cerco di stare attento anche alla mia sicurezza! alcuni dei solventi che comunemente usiamo, così pure come diversi materiali, non sono proprio il massimo!…. quindi cercate sempre di lavorare con la finestra aperta e con un buon respiratore! e mi raccomando, se c’è rischio che qualcosa voli in giro, portate gli occhiali!!!!

Il modelli è il bel T-80 della MiniArt che comprai da Giovanni Cicchinelli l’anno scorso a Verona. Il kit si presenta bene, con unbel livello di dettaglio, unico. Neo, peraltro seccante, è costituito dal fatto che le stampate non hanno i numeri dei pezzi, quindi durante la sequenza di montaggio occorre continuamente far riferimento alla planimetria degli s prue e questo rallenta moltissimo il lavoro.
Come avevo già fatto vedere in un altro post al modello nudo e crudo ho affiancato il bel fotoinciso della Part per il T-70 (lo scafo è identico) e i cingoli della Friulmodel (nati per il SU-76).
Una volta arrivato alla fine del montaggio ho deciso di riprodurre una scena di fine inverno, magari
Nella zona delle repubbliche baltiche ed ecco quindi l’idea di un divertente esercizio pittorico: la modulazione di colore accompagnata ad una mimetica invernale molto deteriorata ottenuta tramite la cosiddetta tecnica della lacca.

Ho iniziato a pulire il modello spennellellandolo con del comune alcool denaturato e quindi l’ho Primerato con il diluente poliuretanico della vallejo color nero.

Ho usato il nero in quanto per la modulazione di colore (che è sostanzialmente un applicazione ai mezzi del canone figurinisti della luce zenitale) richiede una base scura (qualcuno suggerisce lucida) ho quindi iniziato a colorare il carro tentando di tenere le parti più basse più scure e variando mediante l’aggiunta di giallo il colore di base ottenendo toni vieppiù chiari.

ecco il modello dopo una serie di passaggi.

si vede chiaramente il degradare del verde dal chiaro allo scuro

segue quindi una mano di trasparente opaco della Vallejo air per sigillare il tutto

ed ecco la lacca, una comune lacca per capelli….

la spruzzo in un contenitore per rullini

e poi la verso nell’aerografo e….

la spruzzo sul modello

un’asciugatura velocizzata con il phon (a temperatura bassa) e la piega è pronta 🙂

ecco gli ingredienti per la pittura della mimetica invernale:

 

una bella spruzzata, è importante diluire il colore con l’acqua e non con il diluente in quanto in questo modo conserve un potere di aggrappaggio minore.

poi con un pennello a setole dure inumidito in acqua tiepida si inizia a rimuover il bianco… ecco il risultato:

si procede con un’infangatura dello scafo con pigmenti e polvere di gesso testurizzando il composto con un vecchio pennello

ed ecco una prima botta di pittura delle marmitte con colori ad olio e pigmenti

 

il risultato finale in attesa di successivi passaggi con olii, smalti etc….

nel frattempo monto i cingoli e li coloro:

ed ecco una prima idea della basetta:

ciao Vittorio

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero su “T-80 Light Tank Winter Camo – Color Modulation and Hairspray Technique

  1. Pingback: T-80 Light Tank Winter Camo – Color Modulation and Hairspray Technique – on vittomodelling.com | AMB Brescia